La Presidente Sara Manfuso contro “Barbie Quarantine”

La Presidente Sara Manfuso contro “Barbie Quarantine”

La Presidente Sara Manfuso contro “Barbie Quarantine” ecco il suo post sulla sua pagina Facebook rilanciato dalla stampa.

#BarbieQuarantine e la celebrazione del maschio. (Non solo per il baffo!).

Con quel paio di baffi e le gambe da cui sembrano spuntare gli aculei di un riccio, “Barbie Quarantine” non celebra la donna comune e la sacrosanta libertà di essere se stessa ma incarna il maschilismo più bieco. 
Perché? Chiaro, rappresenta la donna che “si fa bella” sempre e solo per gli altri essendo la prima a concepirsi come oggetto del soddisfacimento altrui, anche solo se estetico.
Gli snack consumati avidamente sul divano con fare compulsivo, lontano da occhi indiscreti e ingrossando i sensi di colpa, sono l’omologo delle sedute dal chirurgo plastico dove va non per piacere a se stessa, ma agli altri. 
Siccome lo junk food è “peccato” si consuma di nascosto, poi ci si rifà la “verginità” con l’insalatina dietetica al ristorante in compagnia. 
È l’esagerazione grottesca di una donna che non sa prendersi cura di se e che, quando lo fa, lo fa per rincorrere l’approvazione altrui. 
Perché, certo, con il lockdown non abbiamo potuto godere delle graditissime prestazioni dell’estetista e del coiffeur ma una spazzola e un rasoio da barba in casa li abbiamo tutti, anche Barbie Quarantine!
Ecco, evitasse di usarli solo quando vede il maschio alfa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *